Fuochi Artificiali durante il Capodanno Cinese 2011

Il 2011 e’ l’Anno del Coniglio. In realtà’ questo non cambia nulla nella maniera in cui la Cina festeggia…cibo in abbondanza, alcolici a go-go, lunghe partite a mahjong e, per finire, sarabanda di fuochi d’artificio. Quella dei fuochi artificiali e’ una vera a propria arte in Cina, nonché una antica tradizione.
E’ notorio che i Cinesi hanno inventato la polvere da sparo, ma non la hanno mai utilizzata per combattere.
Piuttosto si sono industriati per creare splendidi fuochi artificiali che, col passare del tempo sono poi diventati uno dei loro più’ floridi business a livello mondiale.
La Cina e’ leader mondiale della produzione ed esportazione di fuochi, per un ammontare di 250 milioni di Dollari l’anno, in una quindicina di nazioni. Ad esempio, il 95% dei fuochi venduti in America sono cinesi ed e’ stato così durante questi ultimi venti anni (si prega di considerare la grandezza del mercato Americano!). Visto che i fuochi cinesi sono estremamente economici, i negozi possono applicare ricarichi dal 200% al 600% ed essere ancora competitivi sul mercato.
In ogni caso, tornando a parlare di fotografie, proprio nel Corso di Fotografia Digitale che sto tenendo questo trimestre, abbiamo condotto alcuni interessanti esperimenti sullo Shutter e Aperture della macchina fotografica degli studenti avendo come modello i fuochi d’artificio in notturna.
Qui di seguito alcune immagini che ritengo particolarmente interessanti.
Leave A Comment